ANCONA L’Atletica anconetana era presente al Palio dei Comuni, rassegna promozionale di atletica leggera (staffetta 12x200) che si svolge allo Stadio Olimpico di Roma precedendo il Meeting Internazionale Golden Gala “Pietro Mennea. Due le formazioni: una composta da atleti della Sef Stamura e l’altra scaturita da un progetto scolastico che è partito nel mese di marzo da “Il Più Atletico Indoor”, rassegna riservata alle scuole medie del Comune di Ancona. Da questa manifestazione, che ha visto partecipare oltre 1200 studenti-atleti provenienti dalle scuole Donatello, Ancona Nord, Scocchera, Novelli-Natalucci, Pinocchio-Montesicuro, Posatora -Archi - Piano, Grazie - Tavernelle, Pie Venerini, sono stati selezionati prima 100 atleti e dopo numerose prove si è arrivati alla scelta dei 12 componenti la staffetta.

Le due formazioni, in un lotto di oltre 190 squadre partecipanti di tutta Italia, si sono comportate egregiamente, sulla pista dell’Olimpico con il  tifo dei genitori presenti sugli spalti.

La formazione della Stamura era composta da Emanuele Conti, Michele Pizzichini, Claudia Scarponi, Giorgia Messi, Andrea Lucarelli, Marco Colletta, Michele Battista, Beatrice Pellegrini, Camilla Spinsanti, Mattia Mengarelli, Giulia Piccolini, Giulia De Carlo ha vinto la propria batteria con lo stratosferico tempo di 5’56”4, che per un soffio non ha consentito l’accesso alla finale dei 9, ma la 13esima posizione, mai ottenuta in precedenza. Anche la formazione scolastica si è difesa alla grande, 26esima in 6’07”1. Era composta da Lorenzo Scuppa, Filippo Granato, Laura Fulgari, Marco Gentile, Mila Rumyantsev, Yago Pere, Maria Alice Frisoli, Lucrezia Morroni, Filippo Capicciotti,  Tommaso Santill, Francesca Pastori, e Lucia Biondi.

RIETI Ancora un titolo italiano per Simone Barontini, mezzofondista dorica della Sef Stamura Ancona. A Rieti, in una giornata calda ed afosa, si è laureato campione italiano “promesse”(under 23) degli 800 metri, disputando un bellissima gara. Lo testimonia il tempo, 1’47”90, che rappresenta la sua seconda migliore prestazione di sempre (dopo l’1’47”35 dello scorso anno ai mondiali giovanili) che ribadisce il minimo per gli europei under 23 della metà di luglio prossimi a Gable, in Svezia. Simone, 21 anni e quindi tra i più piccoli della categoria come sarà anche a Gable, è partito fortissimo. In testa dal primo all’ultimo metro ha trovato come valido avversario il milanese Leonardo Cuzzolin che gli è rimasto incollato per quasi tutta la gara. Sul rettilineo finale Barontini ha piazzato l’ultimo sprint distanziando il rivale di 2-3 metri e concludendo, soddisfatto, a mani alzate. Una bella prova di forza per l’atleta dorico alle prese in una delle prime uscite stagionali all’aperto e quindi suscettibile di miglioramento. Era reduce dai 400 di Macerata di sabato scorso, ai societari, quando aveva ottenuto il suo personale ed il titolo regionale in 47”20. Ora, prima degli europei di Gable, affronterà un meeting od in Spagna od a Conegliano Veneto. E dopo gli europei probabile partecipazione in Coppa Europa con la nazionale, subito dopo i campionati italiani assoluti di Bressanone a fine luglio.

Simone Barontini centra un nuoto titolo. A L’Aquila il portacolori della Sef Stamura e del Cus Ancona si è imposto nei campionati italiani universitari negli 800 metri, corsi con il tempo di 1’49”18, in una gara nobilitata dalla presenza dei migliori specialisti azzurri. Al secondo posto si è classificato Enrico Riccobon, vincitore della prova dei 1500 e campione italiano indoor della stessa distanza, al terzo Enrico Brazzale, campione italiano 2018 degli 600 outdoor. Una gara non scontata, quindi, che ha visto prima la fuga di Leonardo Cuzzolin, poi quarto, e lo sprint finale negli ultimi 200 metri di Barontini, che ha vinto in scioltezza, confermando il successo nei campionati italiani indoor. Per lui era la prima uscita stagionale all’aperto e, come afferma il suo tecnico Fabrizio Dubbini, ha dato buone sensazioni. Da segnalare il 31esimo posto dell’altro stamurino Niccolò Dubbini, frenato da qualche problema fisico.

Ricordiamo che l’appuntamento clou della stagione per Barontini saranno i campionati europei under 23 di metà luglio a Gavle, in Svezia, dove conta di ottenere un buon piazzamento. Domenica prossima, invece sarà in pista nel meeting internazionale di Castiglione della Pescaia in cui avrà l’opportunità di misurarsi con atleti di valore ed andrà alla ricerca di un buon tempo. Quindi, l’8-9 giugno, a Rieti gareggerà nei campionati italiani di categoria under 23. Da definire, a seconda dei tempi, la seconda parte della stagione outdoor.

Bene la Sef Stamura ai societari assoluti di atletica leggera, disputati all’Helvia Recina di Macerata e validi per la partecipazioni ai campionati assoluti di società. La formazione dorica si è classificata al quinto posto a livello di squadra. A livello individuale da segnalare il buon test di Simone Barontini nei 400 metri, corsi con il tempo di 47”20, limando il suo personale di due centesimi.

Una disciplina difficile e faticosa ma in grado di dare tante soddisfazioni. Stiamo parlando della marcia che ha visto domenica scorsa protagonisti a Roma, nella II° prova del campionato italiano categoria cadetti/e (ovvero nati nel 2004 e 2005) due giovani atleti anconetani della Sef Stamura. Si tratta di Lucia Lamura e Pietro Lombardi, entrambi classe 2005 ed allenati dal tecnico Alberto Linternari. Lucia si è classificata al sesto posto, con il tempo sui 3 chilometri di 16’05” (primato personale), Pietro al quindicesimo in 27’32” sulla distanza dei 5 chilometri. I due giovani stamurini detengono attualmente il titolo regionale nella loro specialità che richiede un'abnegazione e uno spirito di sacrificio molto particolare. Lucia si allena da due anni e ha subito dimostrato una spiccata capacità e impegno per questa disciplina che richiede una particolare e meticolosa preparazione tecnica per non incorrere nelle penalizzazioni previste dal regolamento, mentre Pietro si è affacciato a questa nobile specialità da circa un anno e anche lui sta dimostrando buone capacita e spirito d sacrificio. Sono guidati, come ricordato, con competenza e passione dal tecnico Alberto Linternari, assieme a cui  stanno preparando la stagione outdoor che si presenterà ricca di eventi a livello nazionale. Impegni in cui i due marciatori dorici metteranno tutto il loro talento e voglia di emergere e che rappresenteranno un momento di crescita sportiva ed umana.