ANCONA La sezione atletica della Sef Stamura ha celebrato i successi e le soddisfazioni del 2018. Circa 200 persone fra atleti, tecnici, dirigenti, collaboratori ed ospiti alla tradizionale festa di fine anno, andata in scena al ristorante “da Gigetto” di Polverigi con premiazioni ed applausi per tutti i protagonisti della società di atletica dorica. Standing ovation per Simone Barontini, 20 anni, campione italiano assoluto e junior negli 800 metri, e per il suo tecnico Fabrizio Dubbini, punta di diamante della società diretta. Ovviamente presente, oltre al responsabile della sezione Luca Martelli (omaggiato con la proiezione di un video a lui dedicato proprio come Simone Barontini) e tutti i suoi valenti collaboratori,  anche la presidente dell’intera Polisportiva Sef Stamura Donatella Montanari.

“La sezione atletica- ha ricordato- è una delle componenti dell’attività dell’ultracentenaria società anconetana. E’ una sezione meravigliosa, scalpitante, piena di entusiasmo- dice- capace di unire giovani a master e di ottenere importanti traguardi a livello organizzativo ed anche sportivo, che sono sotto gli occhi di tutti. Dal più piccolo fino a Simone Barontini, ognuno rappresenta la storia della società. Merito, in primis, di Luca Martelli, che è stato in grado di coagulare tanto entusiasmo e di creare un gruppo coeso, fatto anche di tanti volontari, che fanno diventare la sezione atletica della Stamura come una famiglia. Un vero e proprio centro di aggregazione sportivo e sociale. Lo stesso Barontini- ha concluso- serve come stimolo ed esempio per tutti gli altri. Ma già guardiamo avanti, visto che il prossimo anno la nostra manifestazione di punta, la mezza maratona di Ancona, diventerà ancora più importante, entrando in un progetto europeo. Un impegno ancora più gravoso, per la cui realizzazione servirà un grande sforzo. Ma sono sicura che il nostro gruppo sarà all’altezza della situazione. Come sono certa che arriveranno altre soddisfazioni a livello agonistico.               

Questi tutti i premiati. Tecnici: Eleonora Mauro, Alice Dubbini, Arianna Carbonari, Elena Sofia D’Ascanio, Matteo Discepoli, Luca Martelli, Paola Santinelli, Marco Vescovi, Silvia Micheletti, Alberto Linternari, Fabrizio Dubbini, Stefano Luconi, Marcello Salati, Riccardo Mariotti , Annalisa Gambelli, Mario Grassetti, Donata Piangerelli, Nicolò Dubbini e Andrea Frezzotti.

Atleti 11-12 anni multidiscipline: Daniele Morini e Alfredo Salvo Santone.

Master nei primi tre classificati campionati italiani: Denise Tappatà, Annalisa Gambelli, Loredana Santoni, Lucia Burini, Alessia Ramazzotti, Massimo Zanni, Luigi Del Buono, Pietro Pelusi, Andrea Frezzotti, Piergiorgio Gigli, Giovanni Francavilla, Leonardo Sanna, Giuseppe Palestini.

Atleti piazzati nei primi 10 ad un campionato italiano: Benedetta Boriani, Giada Bernanrdi, Marica Gigli, Martina Buscarini, Lorenza Tamberi, Maria Giulia Firmani, Sara Pierdicca, Sofia Scorcelletti, Stefano Massimi, Nicola Sanna. Francesca Botnari, Luigi Casadei.

Squadra allieve 6° classificata ai campionati italiani a squadre. Benedetta Boriani, Karen Falcone, Chiara Novelli, Emma Mainardi, Alice Spinsanti, Letizia Breccia, Andreè Fioretti, Francesca Clementi, Camilla Luciani, Silvia Varagona, Sofia Colaiocco, Francesca Marani, Angelica Mei.

Campioni regionali 2018: Stefano Massimi, Michele Pasquinelli, Matteo Colletta, Rodolf Mathis, Nicolò Dubbini, Pier Paolo Romagnoli, Tommaso Stecconi, Leonardo Uberti, Matteo Discepoli, Corrado Frezzotti, Simone Barontini, Francesco Piccinini, Matteo Ruggeri, Tommaso Ajello, Tommaso Boriani, Nicola Sanna, Sofian El Kheir,  Fabio Gigli, Mattia Triccoli, Matteo Ruggeri, Matteo Ranucci, Filippo Sanna, Chus Alex Ebuka, Filippo Granato, Alessandro Romagnoli, Manuele Conti, Michele Pizzichini, Federica Masini, Emma Mainardi, Manuela Borghetti, Angelica Mei, Lucia la Mura, Viola Rinaldi, Claudia Scarponi, Sofia Gambelli, Sara Rocchetti.

Premiato anche Matteo Ruggeri er il terzo posto nei 60 metri all’European Kids di Brno e Sara Rocchetti per la partecipazione al Trofeo nazionale Coni.

FOTO

ANCONA Un successo in famiglia. E’ quello ottenuto dalla coppia di runner della Sef Stamura Ancona Luigi Del Buono e Denise Tappatà, nella classica “CorriSmirra”, giunta alla 36esima edizione, organizzata dal Gruppo Sportivo Avis di Cagli e valida anche come 17esimo memorial Giuseppe Pompa ed Adelio Barboni. Dieci chilometri di cosa da Smirra a Cagli e ritorno, in cui si sono cimentati in 410 fra uomini e donne. Luigi Del Buono ha salutato la compagnia a metà gara chiudendo da trionfatore davanti al bolognese Marco Ercoli e l’umbro Luca Boinega. Al quarto posto l’altro stamurino Simone Barontini, campione italiano degli 800 metri, che in queste gare costruisce la sua potenza aerobica per i prossimi impegni in pista. In campo femminile Denise Tappatà, maceratese ma ormai trapiantata da anni ad Ancona, compagna nella vita di Del Buono, si è imposta sull’altra portacolori dlla Sef Stamura Maria Giulia Firmani, su Gloria Arena (che correrà per la Stamura nella prossima stagione) e l’altra stamurina Elisa Mezzelani. Luigi e Denise sono una coppia che condividono tutto: sacrifici negli allenamenti, gioie nelle gare e vita privata e si stanno prendendo delle grandi soddisfazioni. Trentanove anni lui (già campione del mondo master nei 3.000 siepi in Australia), 37 Denise erano entrambi reduci dal secondo posto nella Mezza Maratona di Ancona. A proposito della quale la Sef Stamura Ancona sta per annunciare delle importanti novità per l’edizione del prossimo anno, che la faranno diventare ancora più importante.

                        Roberto Senigalliesi

 

Tampere 16 luglio 2018. Ci è mancato poco, davvero poco. E se non fosse stato per l'intralcio di quella caduta, che ha coinvolto l'inglese Londsdale, il nostro Simone Barontini avrebbe con ogni probabilità conquistato il podio nella odierna finale degli 800 metri, ai mondiali di Tampere (Finlandia). 


Il fuoriclasse bianco-verde ha concluso comunque un campionato al top, attestandosi in assoluto fra i migliori mezzofondisti della sua età. Chiude 5' assoluto, inserendosi nella top five planetaria.

ANCONA La Sef Stamura Ancona si è aggiudicata la ventesima edizione del Memorial Rirì Angelini, classico appuntamento di fine stagione svoltosi al campo scuola Mauro Bracciolani di Ascoli Piceno, valido come campionato marchigiano di staffette per le categorie cadetti (under 16) e ragazzi (under 14). In palio dodici titoli, con sette club ad aggiudicarsi almeno uno scudetto regionale. Protagonisti i giovani della Sef Stamura Ancona con ben 5 successi. Due dai cadetti: nella 4x100 di Alex Ebuka Chuks, Nicola Sanna, Mattia Triccoli, Matteo Ruggeri in 46”98 e nella staffetta svedese (200, 400, 600, 800 metri) composta da Matteo Ruggeri, Nicola Sanna, Filippo Sanna, Tommaso Ajello in 5’07”54. Anche tra i ragazzi c’è una doppia affermazione del club dorico, nella 4x100 di Filippo Granato, Alessandro Romagnoli, Michele Pizzichini, Emanuele Conti in 52”47 e nella svedese 100-200-300-400 metri, con gli stessi atleti ma in ordine diverso (Pizzichini, Romagnoli, Conti, Granato) in 2’28”14, oltre alle ragazze della 4x100 metri con Viola Rinaldi, Claudia Scarponi, Sofia Gambelli, Sara Rocchetti nel tempo di 56”25.
La classifica a squadre della manifestazione prima la Sef Stamura Ancona, davanti ad Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti e Collection Atletica Sambenedettese. Nelle graduatorie dei Campionati regionali di società, titolo marchigiano per Sef Stamura Ancona (cadetti), Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti (ragazzi), Asa Ascoli Piceno (cadette) e Atletica Avis Fano-Pesaro (ragazze).
                   r.sen.